Escursionismo

ITINERARI A CUMIANA

Il territorio di Cumiana è compreso nel vasto bacino del torrente Chisola, delimitato:

  • a sud dalla dorsale che partendo dalla pianura, dalla frazione Tavernette nei pressi della chiesa di San Giacomo, raggiunge il Monte FREIDOUR passando per le cime della ROCCA DUE DENTI, il Monte BRUNELLO ed il Monte TRE DENTI;
  • a nord dalla dorsale che partendo da Piossasco giunge anch’essa al Monte Freidour passando per il Monte S.Giorgio, la Montagnassa, la Colletta di Cumiana e la borgata Bastianoni.

Una parte del territorio montano fa parte anche del Parco Provinciale Tre Denti-Freidour.

Un ampia rete di sentieri segnalati consente di raggiungere le cime precedentemente elencate, percorrere itinerari ad anello ed effettuare traversate verso le adiacenti Val Noce, Val Sangone e Val Chisone.

Tutti i percorsi qui di seguito elencati sono facilmente percorribili con il normale equipaggiamento da escursionismo nel periodo dalla primavera all’autunno. In inverno occorre valutarne la difficoltà di transito in base alle condizioni di innevamento, in particolare sugli itinerari con sviluppo in cresta.

Nell’elenco sono riportati i luoghi di partenza e di arrivo con le rispettive quote, lo sviluppo chilometrico ed il tempo di salita indicativo basato su un escursionista mediamente allenato.

I sentieri sono marcati con tacche di vernice BIANCO-ROSSO e, dal 2011 nel territorio del Parco Tre Denti-Freidour, con targhe segnaletiche su palo.

Di quelli che sono inseriti nell’elenco del Catasto Regionale dei Sentieri (CRS) ne viene riportata la numerazione ufficiale.

Un controllo per l’agibilità degli itinerari viene effettuata almeno una volta all’anno dai volontari del CAI.

Chi vuole collaborare alla manutenzione dei sentieri può segnalare problemi e suggerimenti all’indirizzo cumiana@cai.it

Cartografia:

si consiglia l’utilizzo delle seguenti  carte topografiche della Fraternali Editore:

   scala 1:25000  – n.6  “Pinerolese – Val Sangone”

   scala 1:15000  – “CUMIANA – Carta dei sentieri”

Scarica Introduzione PDF

Scarica Schema Sentieri PDF

Rocca Due Denti  880m slm

                    La Rocca da Tavernette

a) Dalla Frazione Tavernette (370m slm) – Numero 022 – 4,3km – 2h

Dalla Strada Provinciale SSP589 si raggiunge la frazione Tavernette e si lascia l’auto al parcheggio prima della chiesa.

Si imbocca la strada asfaltata (via del Pino) che sale in direzione della Rocca costeggiando un ruscello ed ad un bivio in un gruppo di case, svoltare a sinistra in salita sempre su asfalto.

Poco prima delle ultime abitazioni si prosegue diritti imboccando  uno sterrato che termina ad una vasca dell’acquedotto.

Si prosegue su sentiero per un tratto sul fondo del vallone e poi a sinistra sino ad una dorsale. Di qui in salita a destra sino ad un bivio (ometto)  (2,3km)  (1)

                      La Rocca – parete Est

Si continua a salire e con un ampio traverso ed alcuni tornanti si raggiunge la dorsale nord dove ci si immette sul sentiero 020 che sale dalla frazione Costa di Cumiana (itinerario b) (4,0km)

Si perviene quindi ad un colletto:

  • a destra verso il Monte Brunello (021)
  • diritto in discesa verso San Sisto – Frossasco (023)

Si svolta a sinistra ed in pochi minuti si raggiunge la vetta della Rocca Due Denti (Cappella).

Discesa: per l’itinerario di salita

(1) Variante – Numero 022A  – 2,0 km – 1h 20min

Al bivio dell’itinerario a) si svolta a sinistra  e si percorre un lungo traverso che taglia tutto il versante est per raggiungere il sentiero 023 (1km)

– a sinistra si scende in pochi minuti alla chiesetta di San Sisto

Svoltando a destra si risale la panoramica cresta sud della Rocca lungo il sentiero 023

   ATTENZIONE!   PER ESCURSIONISTI ESPERTI – Poco sotto la vetta una corda fissa aiuta ad attraversare una fascia rocciosa prima di raggiungere il colletto dell’itinerario a) e di qui la vetta.

Discesa: per l’itinerario di salita a)

b) Dalla Frazione Costa (420m slm) – Numero 020 – 2,8km – 1h 30min

In auto, al termine di via Provinciale (rotonda) si svolta a sinistra per via della Madonnina, si supera il ponte sul torrente Rumiano e poi a sinistra per strada Ricchiardo sino alla frazione Costa (parcheggio dietro la chiesa).

Lasciata l’auto si segue la strada per qualche centinaio di metri sino ad un bivio. Si svolta a sinistra su sterrato; superato un guado si ritorna sulla strada asfaltata che si segue a destra in salita sino a giungere alle ultime case prima del bosco (borgata San Gervasio Alto) dove inizia una pista sterrata (0,9km)

Si sale tralasciando un guado sulla destra ed una successiva deviazione sulla sinistra prima di un ponticello in pietra. Poco oltre una casa isolata si trova sulla sinistra l’indicazione per una fontana. (1,6km), si prosegue sulla pista forestale che si riduce poi ad un sentiero.

Superati numerosi valloni si raggiunge un bivio (2,4km)

a destra  il sentiero 020A che termina sul sentiero 021 poco prima del colle Marione 

Si prosegue diritti e si raggiunge il bivio del sentiero 022 dell’itinerario a) che sale dalla frazione Tavernette ed infine il successivo colletto.

  • a destra verso il Monte Brunello (021)
  • diritto in discesa verso San Sisto – Frossasco (023)

Si svolta a sinistra ed in pochi minuti si raggiunge la vetta della Rocca Due Denti (Cappella).

            La Rocca Due Denti

Discesa: per l’itinerario di salita

Scarica cartina salita dalla Costa PDF

Scarica cartina salita da Tavernette PDF

Scarica descrizione itinerari PDF

M.te Brunello 1274m slm

a) Dalla Borgata Oreglia (481m slm) – Numeri 001 / 021 – 3,8km2h 

In auto da Cumiana centro seguire le indicazioni per la borgata Oreglia dove si parcheggia.

Nel centro della borgata, poco prima di una  cappella, si imbocca una strada sulla destra che diventa subito sterrata. Prestando attenzione alle varie deviazioni su piste forestali, si segue per un certo tratto una recinzione sino a raggiungere un bivio (1,0km)

– a destra per la borgata  Ciom (001A).

Si prosegue a sinistra sulla pista sino a superare due ripidi tornanti e una balma sulla sinistra per raggiungere un evidente roccione (Roc Sparavera).

Ancora qualche tornante e poi il tracciato si riduce ad un sentiero che raggiunge una ampia dorsale.

Per la natura del terreno la traccia si fa ora meno evidente e, specie in presenza di nebbia, prestare molta attenzione a seguire le tacche di vernice bianco-rosso.

Si raggiunge la cresta che si affaccia sul versante della val Lemina e ci si immette sul sentiero 021

  • a sinistra si scende alla Rocca Due Denti
  • a destra in circa 20 minuti si è sulla vetta. Su di essa vi è  una Croce.
  •         La cresta del m.te Brunello dai Tre Denti

Prestare attenzione in presenza di neve ed ai segni di vernice in caso di nebbia.

Discesa: per l’itinerario di salita.

b) Dalla Borgata Ciom (578m slm)Numeri 001A / 001 / 021 – 3,5km – 2h

In auto da Cumiana centro seguire le indicazioni per la frazione Ciom e parcheggiare nei pressi della palina sgnaletica dell’itinerario, sulla sinistra, poco prima della fine della strada.

Si imbocca uno sterrato (001A) che guada il torrente Rumiano (fontana).

Tralasciando alcune deviazioni, dopo aver passato un ruscello si raggiunge il bivio con l’itinerario  precedente a)  per immettersi sul sentiero 001 o poi sullo 021 per raggiungere la vetta.

Discesa: –  per l’itinerario di salita

– con percorso ad anello, lungo i sentieri 021 e 002  percorrendo a ritroso l’itinerario c),    più corto, ma più ripido e con presenza di due tratti con grossi massi e gradini in ferro che richiedono attenzione in caso di terreno bagnato.

c) Dalla Borgata Ciom (578m slm)Numeri 002 / 021 – 2,8km 2h 30min

In auto da Cumiana centro seguire le indicazioni per la frazione Ciom e parcheggiare poco prima della fine della strada..

Ci si inoltra dapprima lungo la pista forestale dell’itinerario 002 per il Monte Tre Denti  per raggiungere la Fontana Del Prete (1,5km)  e quindi il Colle della Bessa (2,1km)

  • a destra salita al Monte Tre Denti (002)
  • diritto in discesa a Cantalupa (051)

Si svolta a sinistra sul sentiero  021 lungo la cresta sulla val Lemina. Lungo il percorso si devono superare due tratti con grossi massi ed alcuni gradini in ferro (che richiedono attenzione in caso di terreno bagnato) per raggiungere infine la cima.

Discesa:        – per l’itinerario di salita

– con percorso ad anello lungo i sentieri 021, 001 e 001A  (itinerario  b)

d) Dalla Frazione Costa (420m slm) – Numeri 020 / 020A – 021 – 4,8km – 3h

In auto, al termine di via Provinciale (rotonda) si svolta a sinistra per via della Madonnina, si supera il ponte sul torrente Rumiano e poi a sinistra per strada Ricchiardo sino alla frazione Costa (parcheggio dietro la chiesa dopo il Castello).

Si segue l’itinerario per la Rocca Due Denti 020 sino al bivio con il sentiero 020A  che si segue poi svoltando a destra. Raggiunto l’incrocio con  il sentiero 021 proveniente per cresta dalla Rocca Due Denti, lo si segue sulla destra.

ATTENZIONE! – Lungo il percorso vi sono alcuni tratti ripidi di salita ed un passaggio, attrezzato con una corda fissa, per superare una cengia.

        Cresta del Brunello verso Cumiana

Dopo aver raggiunto il bivio con il sentiero 001  che sale dalla borgata Oreglia in 20 minuti si raggiunge la vetta del monte Brunello.

Discesa:       

– per l’itinerario di salita

– alla borgata Oreglia percorrendo a ritroso l’itinerario a)  e di qui seguendo un tratto del Sentiero dei Morti (SM) sino alla frazione Costa. (3,8+2,5km)

Scarica cartina salita dal Ciom/Oreglia PDF

Scarica cartina salita dalla Costa PDF

Scarica descrizione itinerari PDF

Monte Tre Denti  ORIENTALE 1342m slm

parete sud
    Tre Denti Orientale – parete sud                con vie di arrampicata

a) Dalla Borgata Ciom (578m slm)Numero 002 – 2,5km – 2h 15min

In auto da Cumiana centro seguire le indicazioni per la frazione Ciom dove termina la strada.

Si sale dapprima lungo una pista forestale e poi su sentiero si a pervenire ad un incrocio (1,5km):

  • a destra sentiero 003 “Traversa del Mago” per la borgata Picchi
  • a sinistra si scende leggermente sino alla Fontana del Prete

Proseguendo diritti si sale sino a raggiungere il Colle della Bessa (2,1km):

  • a sinistra sentiero 021 per il Monte Brunello
  • diritto in discesa verso la fontana Ellena (bivio per colle Castellar) e Cantalupa (051)

Si sale a destra con sentiero più ripido, si supera la deviazione a sinistra che porta alla base della parete di arrampicata e si raggiunge un bivio poco sotto la cima:

– a destra inizia il sentiero 005 per la borgata Bastianoni. (deviazioni segnalate  per il Dente Centrale ed il monte Freidour)

Si svolta a sinistra ed in pochi minuti si raggiunge la cappella posta sulla vetta, punto panoramico d’eccezione sulla pianura e sulla corona delle Alpi.

ATTENZIONE ! Una corda fissa aiuta, specie in caso di terreno bagnato, a superare alcune placche rocciose.

Discesa: per l’itinerario di salita.

b) Dalla Borgata Bastianoni (835m slm)Numero 005 – 3,9km – 2h

In auto da Cumiana seguire la strada per la Colletta, svoltare a sinistra per la frazione Verna, proseguire e superare l’omonimo campeggio sino a raggiungere l’ampio parcheggio della Borgata Bastianoni.

Si imbocca l’ampia pista forestale 005 che sale al successivo Pian delle Benne dove vi è un incrocio:

  • a destra itinerario 008 per i Tre Rii
  • a sinistra pista itinerario 004 per la Borgata Ravera

si procede diritto in salita su una pista forestale  sino a raggiungere un altro bivio:

  • a destra inizia la pista forestale 006 per il colle Prà l’Abbà

salendo a sinistra  si tralasciano altre due deviazioni e si giunge alla sorgente del Pieu dove nasce il torrente Chisola (area attrezzata) (1,8km)

Si prosegue dapprima in piano e dopo aver superato 2 stretti tornanti, attenzione a svoltare a sinistra (ometto) lasciando la pista forestale (2,5km) per immettersi su un sentiero che sale dolcemente.

Si incontra un primo bivio:

  • a destra in salita variante 005A per Colle Aragno Est sulla cresta verso la val Lemina.

 si prosegue diritti sino ad un secondo bivio:

  • a destra in salita variante 005A per Colle Aragno Est

e quindi un terzo bivio

  • a destra si sale lungo il sentiero 005B per il Monte Tre Denti Occidentale (Madonnina)

Dopo un breve tratto abbastanza ripido si arriva ad un quarto bivio:

  • a destra si sale lungo il sentiero 005B per il Monte Tre Denti Occidentale (Madonnina)

ed infine, dopo un breve tratto in discesa, ancora un bivio:

  • a sinistra si scende lungo il sentiero 002 per la borgata Ciom.

Proseguendo si sale in pochi minuti alla cappella posta sulla vetta.

ATTENZIONE ! Una corda fissa aiuta, specie in caso di terreno bagnato, a superare alcune placche rocciose.

Discesa: per l’itinerario di salita

Tre Denti
          Vista della dorsale Tre Denti-Freidour
                I Tre Denti dal m.te Brunello

Scarica cartina salita dal Ciom PDF

Scarica cartina salita dai Bastianoni PDF

Scarica descrizioni itinerari PDF

Monte Tre Denti  CENTRALE 1365m slm

                      Madonnina sulla vetta

a) Dalla Borgata Ciom (578m slm)Numeri 002 / 005 / 005B – 2,7km – 2h 30min

In auto da Cumiana centro seguire le indicazioni per la frazione Ciom dove termina la strada. 

(Vedi cartina dell’itinerario per il m.Te Tre Denti Orientale)

Si sale dapprima lungo una pista forestale e poi su sentiero si a pervenire ad un incrocio (1,5km):

  • a destra sentiero 003 “Traversa del Mago” per la borgata Picchi
  • a sinistra si scende leggermente sino alla Fontana del Prete

Proseguendo diritti si sale sino a raggiungere il Colle della Bessa (2,1km):

  • a sinistra sentiero 021 per il Monte Brunello
  • diritto in discesa verso la fontana Ellena (bivio per colle Castellar) e Cantalupa (051)

Si sale a destra con sentiero più ripido, si supera la deviazione a sinistra che porta alla base della parete di arrampicata e si raggiunge un bivio poco sotto la cima:

– a sinistra salita al Dente Orientale (Cappella)

Si svolta a destra sul sentiero 005 (indicazione Bastianoni) ed in pochi minuti si raggiunge un bivio:

  • diritto in discesa verso i Bastianoni

Si svolta a sinistra sulla variante 005B.  ATTENZIONE ! Numerosi gradini in ferro aiutano a superare una fascia di rocciosa per poi proseguire su sentiero sino ad un bivio:

  • proseguendo in discesa si ritorna sul sentiero 005 verso i Bastianoni

Si svolta a sinistra su una traccia marcata con tracce di vernice BIANCA,  tra grossi massi sino ad un ultimo tratto attrezzato con gradini in ferro per raggiungere la vetta dove è posizionata una Madonnina.

Discesa: per l’itinerario di salita.

b) Dalla Borgata Bastianoni (835m slm)Numeri 005 / 005B – 3,6km – 2h

In auto da Cumiana seguire la strada per la Colletta, svoltare a sinistra per la frazione Verna, proseguire e superare l’omonimo campeggio sino a raggiungere l’ampio parcheggio della Borgata Bastianoni.

(Vedi cartina dell’itinerario per il m.Te Tre Denti Orientale)

Si imbocca l’ampia pista forestale 005 che sale al successivo Pian delle Benne dove vi è un incrocio:

  • a destra itinerario 008 per i Tre Rii
  • a sinistra pista itinerario 004 per la Borgata Ravera

si procede diritto in salita su una pista forestale  sino a raggiungere un altro bivio:

  • a destra inizia la pista forestale 006 per il colle Prà l’Abbà

salendo a sinistra  si tralasciano altre due deviazioni e si giunge alla sorgente del Pieu dove nasce il torrente Chisola (area attrezzata) (1,8km)

Si prosegue dapprima in piano e dopo aver superato 2 stretti tornanti, attenzione a svoltare a sinistra (ometto) lasciando la pista forestale (2,5km) per immettersi su un sentiero a mezza costa.

Si incontra un primo bivio:

  • a destra in salita variante 005A per Colle Aragno Est sulla cresta verso la val Lemina.

 si prosegue diritti sino ad un secondo bivio:

  • a destra in salita variante 005A per Colle Aragno Est

e quindi un terzo bivio

  • diritto si raggiunge il Monte Tre Denti Orientale (Cappella)

Si svolta a destra si sale lungo il ripido sentiero 005B sino ad un bivio:

  • proseguendo in discesa ci si ricongiunge al sentiero 005 per il M.te Tre Denti Orientale (Cappella)

Si svolta a destra su una traccia marcata con tracce di vernice BIANCA,  tra grossi massi sino ad un ultimo tratto attrezzato con gradini in ferro per raggiungere la vetta dove è posizionata una Madonnina.

Discesa: per l’itinerario di salita.

Scarica cartina itinerario PDF

Scarica descrizione itinerario PDF

Monte Freidour 1452m slm

            Panorama invernale dalla vetta

a) Dalla Borgata Bastianoni (835m slm): – Numeri 005 / 006 / 007 – 5,6km – 2h 30min

In auto da Cumiana seguire la strada per la Colletta, frazione Verna e superato l’omonimo campeggio raggiungere l’ampio parcheggio della Borgata Bastianoni

Si segue l’itinerario 005 sino ad un bivio (0,8km)

  • a sinistra per M.te Tre Denti (005)

si prosegue diritti sull’itinerario 006 sempre su ampia pista forestale sino al colle Prà l’Abbà (4,3km) dove vi è una radura ed un incrocio:

  • a destra per il Colle Ceresera (5min), colle Besso (1h), vallone del Gran Dubbione (347)
  • diritto per il Colle Colletto e colle Crò

Si svolta a sinistra sull’itinerario di cresta 007, dapprima lungo una pista e poi su sentiero sino al colle Sperina (5.0km)

  • a destra discesa per il colle Ciardonet (049) e rifugio Melano (052B)

Proseguendo in salita si raggiunge in breve tempo la vetta.

  Cresta Tre Denti, Brunello e Rocca Due Denti

Discesa:        – per l’itinerario di salita

– facendo un anello seguendo a ritroso l’opzione b) (5,0km)

b) Dalla Borgata Bastianoni (835m slm):Numeri 005 / 005A / 007 – 5,0km – 2h 15min

In auto da Cumiana seguire la strada per la Colletta, svoltare a sinistra per la frazione Verna, proseguire e superare l’omonimo campeggio sino a raggiungere l’ampio parcheggio della Borgata Bastianoni.

Si imbocca l’ampia pista forestale 005 che sale al successivo Pian delle Benne dove vi è un incrocio:

  • a destra itinerario 008 per i Tre Rii
  • a sinistra pista itinerario 004 per la Borgata Ravera

si procede diritto in salita su una pista forestale  sino a raggiungere un altro bivio:

  • a destra inizia la pista forestale 006 per il colle Prà l’Abbà

salendo a sinistra  si tralasciano altre due deviazioni e si giunge alla sorgente del Pieu dove nasce il torrente Chisola (area attrezzata) (1,8km)

Si prosegue dapprima in piano e dopo aver superato 2 stretti tornanti, attenzione a svoltare a sinistra (ometto) lasciando la pista forestale (2,5km) per immettersi su un sentiero che sale dolcemente.

Si incontra un primo bivio (3,0km):

  • a sinistra si prosegue verso il Monte Tre Denti seguendo il sentiero 005.

 Si imbocca sulla destra in salita la variante 005A per il colle Aragno Est sulla cresta verso la val Lemina dove vi è un incrocio:

  • a sinistra prosegue la variante di cresta dello 005A per il Monte Tre Denti
  • diritto in discesa per il colle Castellar (053) e per il rifugio Melano (053A)
  •       Cresta dal colle Aragno Ovest verso la vetta

Di qui si svolta a destra sul sentiero 007 e con alcuni saliscendi in cresta si raggiunge il colle Aragno Ovest (3,7km)

  • a sinistra discesa per il rifugio Melano (052)

Si prosegue diritti e dopo un’altra salita, sempre in cresta si perviene all’ampia spianata della vetta.

Discesa: – per l’itinerario di salita

                – facendo un anello seguendo a ritroso l’opzione a) (5,6km)

Scarica cartina salita da Pra l’Abbà PDF

Scarica cartina salita dal c.le Aragno Est PDF

Scarica descrizioni itinerari PDF

TRAVERSA  del  MAGO

Numero 003 –  2,1km  –  2h

Località di partenza: strada Cumiana-Ravera (620m)

Località di arrivo: Fontana del Prete (900m)   –  

Da Cumiana seguire le indicazioni per la borgata Picchi e poi per la borgata Ravera. Superata una vasca dell’acquedotto sulla destra, dopo circa 200m sulla sinistra inizia una pista forestale. Parcheggiare nello spiazzo subito dopo il bivio.

Si sale lungo lo sterrato sulla sinistra e dopo alcuni tornanti ad un bivio svoltare sulla sinistra su un sentiero (0,5km). Si prosegue guadando un ruscello e si inizia la salita nel bosco.

Raggiunto un colletto sulla dorsale, si svolta  a destra su un tracciato a mezza costa.

Balma

Si perviene in breve un primo punto panoramico sul vallone del torrente Rumiano (Nido del Falco) (0,8km). Si prosegue con saliscendi in ambiente selvaggio costellato di enormi massi e, purtroppo, tra evidenti tracce di incendi degli anni passati.

Numerose opere di sistemazione del sentiero rendono meno disagevole il percorso.

Lungo il percorso vi sono altri due punti panoramici su roccia strapiombante.

panorama su Cumiana
cresta Est e m.te Tre Denti

Nota: Il sentiero termina  immettendosi sull’itinerario 002 che sale dalla borgata Ciom e da questo punto è così possibile salire al Monte Tre Denti in poco più di 1 ora.    

Discesa: lungo l’itinerario di salita

Scarica cartina itinerario PDF

Scarica descrizione itinerario PDF

Scarica traccia gpx

TRUC d’la BUFA – ALPE del CAPITANO – RAVERA – PIAN d’le BENNE

Numero 004 – 2,7km – 1h 45min

Località di partenza: Truc d’la Bufa (728m)  

Località di arrivo:  Pian d’le Benne (870m)

In auto da Cumiana  salire verso la borgata Picchi e poi svoltare a sinistra verso la Ravera e si raggiunge il parcheggio dove inizio l’itinerario.

Si imbocca sulla sinistra lo sterrato che sale verso  l’Alpe dal Capitano (0,7km).

Qui è presente una casa privata recentemente ristrutturata ed una fontana a bordo strada. 

Si sale ancora sino ad un incrocio di piste forestali.

  • a sinistra sentiero PAF per il colle Aragno Ovest e m.te Freidour

 Si svolta a destra in discesa. Dopo aver superato un vallone in cui scorre il torrente Chisola, si raggiunge nuovamente la strada asfaltata alla borgata Ravera (2,0km). 

Si svolta a sinistra e pochi metri ancora sulla sinistra si imbocca nuovamente uno sterrato che risale sino al Pian delle Benne:

  • a destra itinerario 005 per la bg. Bastianoni
  • diritto itinerario 008 per i Tre Rii
  • a sinistra itinerario 005 per il Pieu e il m.te Tre Denti Orientale

Scarica cartina itinerario PDF

Scarica descrizione itinerario PDF

Località MAGNINA – Borgata RAVERA

 Numero 004A  –  1,6km – 1h

Località di partenza: Località Magnina (510m)

Località di arrivo: Borgata Ravera (802m)

Da Cumiana raggiungere la borgata Picchi ed il parcheggio dell’area attrezzata della Pradera.

Si prosegue poi a piedi su un’ampia strada sterrata sull’itinerario 009 e SDB sino alla località Magnina.(0,8km)

Si svolta a sinistra, prima del superamento del ponte sul torrente Chisola  e si risale costeggiandolo sulla destra orografica.

                         il torrente Chisola

Dopo aver percorso un tratto con una ringhiera di protezione in legno, il sentiero scende verso il torrente per attraversarlo su un guado di pietre.

                  guado del torrente Chisola

Dall’altro lato una antica carrareccia risale il bosco sino ad un bivio. (1)

Si svolta a destra e si risale sino a raggiungere la strada asfaltata Cumiana-Ravera poche centinaia di metri prima della borgata Ravera.

Nota (1) a sinistra si sale superando nuovamente il torrente Chisola con un ponticello in pietra sino a raggiungere la strada asfaltata Cumiana – Ravera. Svoltando a sinistra in pochi minuti si raggiunge la località Truc d’la Bufa da cui parte l’itinerario 004 (Alpe del Capitano-Ravera)

Scarica cartina itinerario PDF

Scarica descrizione itinerario PDF

PIAN  d’le  BENNE  –  TRE  RII

Numero  008 –  2,0km  –  50min  

Località di partenza: Pian d’le Benne (870m)

Località di arrivo: Tre Rii (930m)

In auto da Cumiana seguire la strada per la Colletta, svoltare a sinistra per la frazione Verna, proseguire e superare l’omonimo campeggio sino a raggiungere l’ampio parcheggio della Borgata Bastianoni.

Dal parcheggio si risale lungo l’itinerario 005 sino al Pian delle Benne:

            – a sinistra itinerario 004 per la borgata Ravera

            – diritto itinerario 005 per il Pieu e l m.te Tre Denti Orientale

 Si svolta a destra lungo una pista forestale sino alla presa dell’acquedotto in località Tre Rii.

Scarica cartina itinerario PDF

Scarica descrizione itinerario PDF

SENTIERO  DAVID  BERTRAND

                              Logo sentiero

Questo itinerario è stato creato in memoria di un giovane volontario dell’AIB (Anti Incendi Boschivi) deceduto nel 1999 durante l’opera di spegnimento dell’incendio sul Monte San Giorgio di Piossasco. Si è voluto così creare un percorso di 37,5km per unire idealmente il suo luogo di nascita, Roletto, e quello della sua morte, Piossasco, località Martignona.

L’itinerario attraversa i comuni di Piossasco, Trana, Giaveno, Cumiana, Cantalupa e Roletto

Il sentiero è identificato con la sigla SDB ed il tratto sul comune di Cumiana, dalla Colletta al colle Sperina, si sovrappone a diversi sentieri accatastati, come di seguito indicato.

Numero  009 – 7,0km – 4h

     Dalla Colletta di Cumiana (618m) alla Borgata Bastianoni (835m)

Dalla Colletta si segue la strada per la Verna per abbandonarla subito al bivio per la borgata FIOLA.

La si attraversa e si scende lungo un sentiero sino ad incontrare una strada asfaltata che si si segue poi in salita sulla destra sino alla borgata CANALI ALTI (1,3km).

Attraversata anch’essa si prosegue su una pista sterrata sino ad un bivio:

            – a sinistra si scende alla borgata Dagheri

Si prosegue in salita sino alla borgata RAIMONDI che si attraversa per immettersi su una strada asfaltata. Si scende sino ad un bivio (3,2km):

            – a sinistra per Cumiana

Si svolta a destra e si prosegue in piano sino ad un ponte sul torrente Chisola: poco prima di esso si imbocca sulla destra un sentiero che costeggia il torrente e si prosegue sino a giungere alla Casa del Parco tre Denti-Freidour (4,0km).

            – a destra due successivi bivi dell’ Anello delle Pietre Bianche 010

Si prosegue ora su un’ampia pista e dopo aver superato un ponte sul torrente Chisola, prima di raggiungere il successivo ponte sul torrente Chisoletta, ATTENZIONE ad imboccare con una stretta curva a destra il sentiero che conduce al parcheggio dell’area attrezzata della Pradera.

Ci si immette ora sulla destra su una strada sterrata che raggiunge la località Magnina (5,5km)

a sinistra  per la Borgata Ravera sull’itinerario 004A

Si supera il ponte sul torrente Chisola, si sale sino alla borgata Grange e qui si lascia la strada che prosegue in piano per deviare sulla destra su un sentiero in salita.

Si supera un ponticello con lastre di pietra e si sale fino alla borgata RONCO che si attraversa per immettersi su strada asfaltata.

Di qui in pochi minuti si incontra la strada carrozzabile che sale da Cumiana e l’ampio parcheggio.  della borgata Bastianoni (7,0km)

Numero 005 – 0,8km – 25min

   Dalla Borgata Bastianoni (835m)  al bivio 006

Si sale su pista forestale sino all’incrocio di Pian d’le Benne

            – a destra itinerario 008 per i Tre Rii

            – a sinistra itinerario 004 per la Ravera

Si prosegue diritti in salita sino al successivo bivio con l’itinerario 006

  • a sinistra per m.te Tre Denti
  •  

Numero 006 – 3,5km – 1h30min

     Dal bivio 005 a Prà l’Abbà (1298m)

Si procede in piano sempre su pista forestale sino a raggiungere l’incrocio di Prà l’Abbà

  • a destra per il colle Ceresera
  • diritto per la località Crò
  •  

Numero 007 – 0,7km –20min

   Dal colle Prà l’Abbà (1298m) al Colle Sperina (1302m)

Si svolta a sinistra e si procede con un bel mezzacosta sino al colle Sperina

  • diritto per il m.te Freidour

Il sentiero SDB svolta a destra e prosegue sul territorio di Cantalupa sino al colle Ciardonet lungo l’itinerario  049.

Scarica cartina itinerario Colletta – Bastianoni PDF

Scarica cartina itinerario Bastianoni – c.le Sperina PDF

Scarica descrizione itinerario PDF

per maggiori informazioni sul sentiero completo e traccia gpx

https://www.piemontescape.com/it/escursionismo/sentiero-david-bertrand/446a636216ee845a5d45cfcf5e050662/

ANELLO  delle  PIETRE  BIANCHE

Numero 010 – 4,7km – 2h30min

Località di partenza e di arrivo: Parcheggio Pradera

Da Cumiana in auto seguire la strada per la Colletta per circa 1km e svoltare a sinistra verso la borgata Burdini. Attraversatala si prosegue, si superano il bivio per i Raimondi ed il ponte sul torrente Chisola per raggiungere un parcheggio. 

Parcheggiata l’auto, si percorre la strada chiusa con una sbarra che conduce alla casermetta forestale Sede del Parco Tre Denti-Freidour superando con due ponti prima il torrente Chisoletta e poi il torrente Chisola.

La Casa del Parco Tre Denti-Freidour

Si svolta a sinistra e si sale lungo il sentiero dapprima nella pineta e poi nel bosco misto.

La salita termina ad un bivio.

sulla sinistra una pista (010A) raggiunge la strada asfaltata Colletta-Verna e dopo un breve tratto in discesa  sulla sinistra si raggiunge la frazione Morelli.

Si prosegue con percorso ondulato passando vicino a ciò che resta di antiche cave di pietra per fare la calce (pietre bianche).

Il sentiero si inserisce poi su una pista forestale;  dove essa si raccorda alla strada asfaltata ATTENZIONE a svoltare a destra in discesa dapprima su una pista sterrata sino ad un rudere e poi nuovamente su sentiero, che, nei tratti più ripidi, presenta numerosi gradini.

Dopo aver guadato un ruscello si continua la discesa sino a chiudere l’anello giungendo alla casermetta e di qui il parcheggio.

Scarica cartina itinerario PDF

Scarica descrizione itinerario PDF

Anello di San Giacinto 

5,5km – 2h

Località di partenza e di arrivo: Giardini Pubblici

Si imbocca via Boselli e si passa dietro la chiesa parrocchiale per scendere in piazza Vecchia.

Indi si supera il ponte sul torrente e si svolta a destra in via Chisola. Dopo un centinaio di metri si svolta a sinistra in via Pontera e si sale sino alle ultime case.

Di qui inizia il sentiero che porta alla borgata TRICCA e poi alla borgata Franchini. Si procede sino ad un bivio (2,5km)

a destra sterrato che conduce al Roch Uss

Si svolta a sinistra  verso la borgata BERGA ed attraversatala si segue la strada asfaltata sino ad un bivio:

  • a destra sterrato che conduce alla Colletta di Cumiana, la Salette e al Truc d’le Creste

proseguendo su asfalto si scende sino al bivio per la borgata FARAUDI.

Si svolta a sinistra, si costeggia la borgata e poi a destra per uno sterrato si perviene alla chiesetta di SAN GIACINTO (3,8km).

                 Cappella di San Giacinto
                       vigneti

Il ritorno è lungo il sentiero che segue la dorsale sud sino ad immettersi sulla strada asfaltata

a sinistra per la borgata OLI

Di qui a destra sino a raggiungere la strada della Colletta.

Si svolta sulla sinistra in discesa lungo la strada asfaltata sino a tornare alla piazza Vecchia ed ai Giardini Pubblici.

Scarica cartina itinerario PDF

Scarica descrizione itinerario PDF

Borgata Berga – Colletta di CUMIANA   

2,4km – 1h

Località di partenza: borgata Berga (540m)

Località di arrivo: Colletta (618m)

Dalla borgata Berga (raggiungibile con l’itinerario dell’Anello di San Giacinto) si procede in piano su strada asfaltata sino ad un ad un bivio:

  • a sinistra in discesa su asfalto itinerario per San Giacinto

Si sale a destra su una pista forestale. Dopo un primo bivio

  • a destra per il piloncino “La Salette”

se ne raggiunge un secondo:

  • diritto itinerario per il Truc d’le Creste

Si svolta a sinistra in piano con un lungo mezzacosta. Ad un successivo bivio (1,2km)

  • a sinistra in discesa verso la borgata GALLI ALTI

si procede diritti sino a raggiungere una presa d’acqua (fontana). La pista ora svolta a sinistra in discesa e poi attenzione al successivo bivio: svoltare a destra in piano.

Al termine della pista forestale si imbocca un sentiero sino ad una zona con alberi radi ed un bivio:

  • a destra salita al Truc d’le Creste

Si prosegue con attenzione per individuare le tracce bianche-rosse e seguire l’itinerario sino alla cappella della Colletta (2,4km)

            NOTA – Dalla Colletta inizia il  tratto cumianese del Sentiero Davide Bertrand.

Scarica cartina itinerario PDF

Scarica descrizione itinerario PDF

Borgata BERGA –  Colle del ROCH  USS

2,9km  –  1h15min

Da Cumiana si segue l’itinerario “Anello di San Giacinto” sino al bivio prima della bg. Berga.

 

Località di partenza: Borgata Berga (540m)

Località di arrivo: colle del Roch Uss (596m)

Si svolta a destra, si prosegue con un lungo mezzacosta esposto a sud per poi svoltare sul versante est. Si incontra un bivio:

a destra, in discesa, pista dal fondo molto sconnesso, verso la Cappella della Guardia

Si prosegue sino ad uno spiazzo dove si dipartono:

  • 1 a destra in discesa una pista forestale verso la località La Valeta
  • 2 diritto una pista che dopo un centinaio di metri termina alla fontana della Canalassa
  • 3 a sinistra in salita una pista molto sconnessa.

ATTENZIONE ad imboccare il sentiero segnalato bianco-rosso in piano tra gli itinerari 2 e 3

                        Bivio Canalassa-La Valeta

e raggiungere la cresta di confine dove termina collegandosi al Sentiero David Bertrand:

  • a destra SDB verso Piossasco
  • a sinistra SDB verso la Colletta di Cumiana

Svoltando a destra dopo circa 50m sulla sinistra si può vedere il Roch Uss, caratteristico spuntone in pietra.

                      Roch Uss

Scarica cartina itinerario PDF

Scarica descrizione itinerario PDF

TRUC d’le CRESTE 827m slm

Il punto più elevato della cresta est del comune di Cumiana si può raggiungere da due lati:

a) dalla Colletta di Cumiana (618m) – 1,2km – 45min

Seguendo al contrario l’itinerario bg. Berga – Colletta di Cumiana  si svolta a sinistra in salita al primo bivio che si incontra. Il sentiero dopo qualche tornante iniziale si porta in cresta sino a raggiungere il culmine dove vi un ometto in pietra.

                         Ometto quota 827m

b) dalla bg. Berga (540m) – 2,0km – 1h

Seguendo l’itinerario bg. Berga – Colletta di Cumiana  al bivio successivo a quello per la Salette si prosegue diritto in salita. Il sentiero prima sul versante sud si porta gradualmente sul versante nord-est e dopo un breve tratto ripido raggiunge la cresta e quindi l’ometto del punto più elevato.

       Vista sulla val Sangone ed il                          Rocciamelone

NOTA – data la brevità del percorso si può realizzare un percorso ad anello con partenza dai Berga o dalla Colletta.

Scarica descrizione itinerario PDF

Scarica cartina itinerario PDF 

COLLETTA di CUMIANA – borgata SAN GERVASIO

Sentiero dei Morti

9,0km – 4h30min

Questo itinerario segue sul territorio di Cumiana le tracce di un antico sentiero dell’anno 1000 detto “La strà dji mort”                        ( segnaletica SM ) che partiva dall’Abbazia di Novalesa in val Susa per terminare al cimitero di San Gervasio.

Dalla Colletta si segue per 100m la strada per la frazione Verna per svoltare a sinistra per la borgata FIOLA. La si attraversa in discesa  sino ad un antico forno dove inizia il sentiero. Si procede passando vicino alla borgata Bianchi. Quando si raggiunge la strada asfaltata si svolta a destra in salita e si raggiunge la borgata CANALI ALTI.

Attraversatala si procede su sterrato sino ad un bivio. (2,3km)

         NOTA – Fino a questo punto il percorso è in comune al Sentiero Davide Bertrand. n.009

Di qui per strada asfaltata si scende a sinistra, si attraversa la borgata DAGHERI per giungere alla borgata BURDINI.

Chiesa Madonna delle Grazie  –                           bg. Burdini

Giunti di fronte alla chiesa, si svolta a sinistra e dopo un centinaio di metri si svolta a destra sullo sterrato che supera il torrente Chisola con un ponte. In piano si procede sino alle prime case della borgata CANALI BASSI e di qui a destra si risale lungo una strada sterrata con due tornanti sino ad un evidente bivio (4,0km):

            – diritto verso la cappella di santa Brigida e la borgata Picchi

si svolta a sinistra su una pista che corre tra vigneti e frutteti prima di passare accanto ad una vecchia cascina. Si raggiunge la strada asfaltata che sale da Cumiana. La si segue a sinistra in discesa sino ad un ponticello dopo il quale si svolta a destra su uno sterrato in salita.

Dopo un tratto nel bosco, lungo frutteti si  attraversa un profondo vallone e si raggiunge la strada asfaltata che sale alla borgata PORTA.

Si scende svoltando a sinistra sino alle prime case della borgata GONTERI, dove si svolta a destra per attraversarla e poi risalire leggermente sino al guado sul torrente Rumiano. Superatolo (fontana sulla destra), si risale sulla sinistra sino alla borgata OREGLIA che si attraversa sino a raggiungere la strada asfaltata. (5,8km)

Prima dell’inizio della discesa, si imbocca una deviazione a destra in piano che costeggiando case e frutteti risale per un tratto sino ad un gruppo di casette prefabbricate. Proseguendo su sterrato si arriva ad un piloncino (Toussiot). Superatolo ATTENZIONE ad imboccare il  sentiero in piano sulla destra che si segue sino ad immettersi nuovamente su uno sterrato nei pressi dei ruderi del Castello della Costa. (7,3km)

Si discende costeggiando la recinzione di una casa per poi immettersi su strada asfaltata che si segue in discesa sino ad un bivio. Si svolta a destra su strada sterrata in leggera salita. Passato un guado si raggiunge una strada asfaltata che si segue sulla sinistra in discesa sino al successivo bivio. 

  • a destra itinerario per la Rocca due Denti

Si prosegue diritti in piano e superato un vallone al successivo bivio si risale sulla destra sino al cimitero di SAN GERVASIO con il suo antico e caratteristico campanile.

S.S. Gervasio e Protasio

Scarica cartina itinerario Colletta – Burdini PDF

Scarica cartina itinerario Burdini – Oreglia PDF

Scarica cartina itinerario Oreglia – S. Gervasio PDF

Scarica descrizione itinerario PDF

Frazione TAVERNETTE – SAN GERVASIO

3,3km  –  1h30min

Dalla Strada Provinciale SSP589 si raggiunge la frazione Tavernette e si lascia l’auto prima dell’ingresso alla frazione.

L’itinerario parte dalla strada asfaltata prima dell’ingresso alla frazione.

Si segue uno sterrato verso nord che conduce alla chiesa di San Valeriano.

               Santuario di San Valeriano

Qui, dove inizia la strada asfaltata che scende sulla destra, si svolta in piano a sinistra su uno sterrato che poi diventa un sentiero. Tralasciando alcune piste forestali, dopo aver superato un vallone, si raggiungono le ultime case della borgata VILLAR ALTO.

Si scende per asfalto sino ad un incrocio al centro della borgata. Si svolta a sinistra e poi si tiene il bordo destro per immettersi su uno stretto sentiero che scende in un vallone e supera un ruscello su un ponticello in ferro.

Si risale dall’altro lato e dopo un tratto in piano si ritorna su uno sterrato. Si guada un ruscello e dopo una doppia curva ci si immette su un’altra strada sterrata:

  • a destra in discesa per la borgate Gili e Paschero

La si segue in salita per alcuni minuti sino a giungere al cimitero di SAN GERVASIO.

             NOTA – di qui inizia il Sentiero dei Morti (SM) che attraversando molte borgate giunge sino alla Colletta di Cumiana

Scarica cartina itinerario PDF

Scarica descrizione itinerario PDF

Contenuto commutatore